attacchi fame

Sei a dieta ma hai sempre fame? Ecco i 5 cibi che ti aiutano a mangiare di meno…

Trovare l’interruttore della fame è il sogno – nemmeno tanto segreto – di molti di noi. Ebbene, di sicuro c’è che esistono alcuni cibi che quell’interruttore lo spengono. Sì, avete letto bene: alimenti che aiutano a non mangiare perché saziano, e quindi ci tengono lontani da altri cibi. Alcuni, è vero, di per sé non sono proprio una leccornia ma altri sono invece assolutamente deliziosi. Ciò che conta è consumarli e soprattutto farlo nel modo giusto: possiamo aggiungerli ai pasti principali oppure consumarlo come snack.

Ecco allora l’elenco dei magnifici 5, stilato dal sito “Prevention”.

1- Aceto. Aggiungendo una piccola quantità di aceto al menù, si riduce la sensazione di fame, legata alla cosiddetta risposta glicemica che si ha quando si assumono carboidrati, fino al 50% (per informazioni, ricette e consigli sugli alimenti a basso contenuto glicemico, clicca qui). Il segreto di questo magico potere spezza-fame dell’aceto (che vale sia per quello bianco e nero che per quello balsamico, di mele o di riso) si chiama acido acetico che, interferendo con la scomposizione degli amidi, rallenta la digestione dei carboidrati.

peperoncino

 

2- Peperoncino. Mezzo cucchiaino di peperoncino di Cayenna aggiunto ai pasti è sufficiente a garantire l’effetto spezza appetito, aumentando al tempo stesso il dispendio energetico. Merito della capsaicina, che svolge appieno la sua funzione di sopprimi-appetito nella versione in polvere, perfetta praticamente con qualunque cosa, dalla pasta agli stufati, dai fagioli alle salse.

 

3- Pistacchi. L’organismo ha difficoltà a digerire il grasso del pistacchio ed è proprio questo grasso che gli permette di tenere sotto controllo la fame. Altro vantaggio è dato dalle dimensioni ridotte: i pistacchi pesano infatti meno di noci, mandorle e nocciole, il che significa che se ne possono mangiare di più per lo stesso numero di calorie, mentre il fatto di doverli sgusciare prima di consumarli rallenta inevitabilmente il ritmo dello spuntino, dando così al vostro intestino il tempo di registrare che si sta alimentando.

4- Avocado. Mezzo avocado al giorno toglie parecchia fame di torno: a sostenerlo, uno studio della Loma Linda University: i pasti con il caratteristico frutto riducono del 40% il senso di fame.

5- Olio d’oliva. Cosa c’è di meglio dell’olio d’oliva per soddisfare l’appetito? Nulla. Il suo consumo regolare – ma solo a crudo – garantisce un apporto calorico inferiore di ben 175 calorie nell’arco di tre mesi rispetto ad altri grassi come burro, olio di colza o strutto. E stando a quanto pubblicato sul Journal of Clinical Nutrition, il segreto è nell’inconfondibile aroma che si sprigiona ogni qual volta lo si usa a crudo o per cucinare.

 

(Fonte: Caffeina)

 

 

P.s. Per informazioni, ricette e consigli sugli alimenti a basso contenuto glicemico, consulta i nostri ebook

 

 

 

 

 

0 risposte

Lascia un commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>